Se stai pensando di acquistare un nuovo disco rigido perché stai esaurendo la capacità, puoi liberare rapidamente molto spazio scaricando file di grandi dimensioni nel cloud.



L'archiviazione su unità cloud è economica, davvero economica e diventerà solo più economica. Attualmente, i tre principali fornitori di spazio cloud, Dropbox , Google Drive , e Microsoft OneDrive tutti forniscono un terabyte di spazio di archiviazione per circa $ 10 al mese.

Detto questo, indipendentemente dalla quantità di spazio di archiviazione cloud di cui disponi, è probabile che tu possa contenere molte cose. Il fatto è che sia Google che Microsoft regalano 15 GB gratuiti, il che significa che se il tuo disco rigido locale si sta sforzando, puoi facilmente guadagnare un po' di respiro spostando alcune cose nel cloud.

Nota: è importante tenere presente che se metti i tuoi file nel cloud e non vengono salvati da nessun'altra parte, non è considerato un backup e se quel provider di hosting cloud ha un problema, potresti perdere i file. È meglio caricare file importanti in due posizioni o conservare una copia locale su un disco rigido di backup.

Per sincronizzare o... No, non sincronizziamo

In genere, quando utilizzi un servizio cloud, puoi installare un client desktop, che creerà un gruppo di cartelle locali che si sincronizzeranno ogni volta che aggiungi, modifichi o rimuovi un file. Questo è fantastico perché significa che ovunque tu vada, i tuoi file cloud sono sempre aggiornati. Tuttavia, potresti non voler sempre tutti i file sul cloud anche sul tuo computer, oppure potresti non volere un file sul tuo computer ma invece sul cloud.

IMPARENTATO: Come risparmiare spazio su disco scaricando i file locali sul cloud

L'obiettivo di questo articolo è mostrarti come archiviare i file in remoto caricandoli in una cartella sul tuo servizio cloud e quindi desincronizzandoli in modo che non siano più sul tuo computer. Discuteremo come farlo con ciascuno dei tre servizi cloud di cui sopra: Dropbox, Google Drive e Microsoft OneDrive.

vedere facebook come qualcun altro
Annuncio pubblicitario

È importante ricordare che, anche se rimuovi una o due cartelle dalla tua memoria locale a favore di una soluzione basata su cloud, puoi ancora accedere e persino condividere quelle risorse . Dovrai solo accedervi tramite il tuo browser preferito.

Dropbox

Su Dropbox, la prima cosa che vogliamo fare è creare una cartella nella nostra cartella Dropbox locale. Rendiamolo qualcosa di ovvio come Big Files.

Quindi, sposta (non copiare) il file o i file che desideri spostare in quella cartella. È qui che entra in gioco la pazienza. Il caricamento di file di grandi dimensioni, o anche di molti file, può richiedere parecchio tempo. Se utilizzi una connessione via cavo di base, la tua velocità di caricamento sarà un'ombra della tua velocità di download, quindi anche il caricamento di pochi gigabyte di dati potrebbe richiedere alcune ore o addirittura giorni se stai caricando decine o centinaia di gigabyte.

Avvertenze a parte, una volta caricati i file, è ora di disattivare la sincronizzazione di quella cartella. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di Dropbox nella barra delle notifiche e fare clic su Preferenze... per aprire le Preferenze di Dropbox.

Nelle Preferenze di Dropbox, fai clic sulla scheda Account e quindi su Sincronizzazione selettiva... . Nella schermata Sincronizzazione selettiva, deseleziona la casella accanto alla cartella o alle cartelle che desideri desincronizzare.

Annuncio pubblicitario

Dropbox ti avviserà che una volta aggiornate le impostazioni di sincronizzazione selettiva, la cartella verrà eliminata dal tuo computer, ma saranno ancora disponibili online e su altri dispositivi. Nota, assicurati che quando utilizzi altri dispositivi con Dropbox installato, aggiorni le impostazioni di sincronizzazione selettiva perché altrimenti la tua cartella Big Files verrà scaricata.

Una volta aggiornate le preferenze di sincronizzazione, la cartella locale verrà eliminata e lo spazio sul disco rigido verrà recuperato.

Google Drive

La procedura su Drive è simile a quella su Dropbox, prima crea la tua nuova destinazione nella cartella locale di Drive.

Quindi, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di Drive nella barra delle notifiche, quindi fai clic su Preferenze... per aprire le preferenze di Google Drive.

La finestra delle preferenze si aprirà automaticamente alla scheda Opzioni di sincronizzazione. Assicurati che Sincronizza solo alcune cartelle su questo computer sia selezionato, quindi deseleziona la cartella o le cartelle che desideri desincronizzare.

Fai clic su Applica modifiche e ti verrà mostrata una casella di conferma che ti avverte che la tua cartella verrà rimossa dalla memoria locale, ma verrà conservata su Google Drive.

Annuncio pubblicitario

E questo è tutto, la tua cartella e i suoi contenuti che occupano spazio saranno archiviati in modo sicuro nel cloud.

Microsoft OneDrive

Infine, c'è OneDrive, che viene integrato in Windows 8.1 (ma non in Windows 8). Copriamo i metodi che desideri utilizzare per Windows 8.1 e quindi per il client desktop OneDrive su Windows 7, che sarà lo stesso processo su Windows 8.

OneDrive su Windows 8.1

Su Windows 8.1, puoi trovare la cartella OneDrive in Esplora file. Come abbiamo detto, è incorporato nel sistema, quindi non è necessario un client separato. Come con tutti gli altri nostri servizi cloud, creiamo una nostra cartella Big Files e spostiamo al suo interno i nostri file solo cloud.

OneDrive su Windows 8.1 ha una funzionalità che normalmente non vedrai su altri servizi cloud. Con OneDrive, puoi rendere i file disponibili solo online, il che significa che puoi ancora vederli localmente (puoi anche accedervi, ma dovranno essere prima scaricati).

Per rendere la tua cartella Big Files solo online, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona Rendi disponibile solo online nel menu di scelta rapida.

Finché la cartella è solo online, tutti i file che sposti in essa verranno caricati e cancellati fisicamente dal tuo disco rigido. Puoi farlo anche con singoli file o un gruppo di file. Seleziona semplicemente i file all'interno della cartella OneDrive, fai clic con il pulsante destro del mouse e rendili disponibili solo online.

Annuncio pubblicitario

Il processo per utilizzare l'app OneDrive Windows Store è semplice. Premi a lungo (o fai clic con il pulsante destro del mouse) sulla cartella o sulle cartelle in modo che sia selezionata.

Nella barra delle opzioni risultante lungo il bordo inferiore dello schermo, scegli l'opzione Rendi solo online.

Ricorda, tutte queste funzionalità sono già integrate in Windows 8.1 e nel prossimo Windows 10, quindi non è necessario installare o configurare nulla. Se utilizzi Windows 7 o Windows 8, tuttavia, dovrai installare il client desktop OneDrive proprio come faresti con Dropbox o Drive.

OneDrive su Windows 7 o Windows 8

Se usi Windows 7 o stai ancora resistendo con Windows 8, allora dovrai scaricare e installare il client desktop OneDrive separato , che integrerà il servizio nel tuo computer.

Dovrai accedere con il tuo account Microsoft per accedere a cartelle e file.

Se hai già impostato la cartella Big Files altrove, puoi scegliere quali cartelle sincronizzare. Altrimenti, seleziona Tutti i file e le cartelle sul mio OneDrive.

Annuncio pubblicitario

Una volta installato, segui la stessa procedura degli altri servizi. Crea la tua cartella Big Files nella tua cartella OneDrive e sposta lì i tuoi file solo su cloud.

Quindi, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di OneDrive nella barra delle notifiche e seleziona Impostazioni dalle opzioni risultanti.

Con le impostazioni di OneDrive aperte, fare clic sulla scheda Scegli cartelle e quindi fare clic sul pulsante Scegli cartelle.

Nella schermata successiva, fai clic su Scegli le cartelle da sincronizzare e deseleziona la cartella o le cartelle che desideri desincronizzare, quindi fai clic su OK. Come con Google Drive e Dropbox, la tua cartella verrà conservata al sicuro nel cloud ma rimossa dalla memoria locale.

Abbiamo quasi finito, prendiamoci un momento per controllare come caricare file sul servizio cloud scelto utilizzando i loro siti web. Questo sarà utile per quelle volte in cui desideri caricare qualcosa nella tua cartella solo online, ma non vuoi armeggiare con le impostazioni di sincronizzazione per accedervi localmente.

I siti web

Quindi, ecco lo scenario: hai scaricato con successo i tuoi file di grandi dimensioni sul cloud e la cartella locale è stata rimossa. Successivamente, scopri un altro file che vorresti inserire in quella cartella, ma non è più disponibile.

Annuncio pubblicitario

Potresti passare attraverso tutta quella trafila e risincronizzare la tua cartella solo online, inserire il file in essa in modo che venga caricato nel cloud e quindi desincronizzare di nuovo la cartella, ma non è molto conveniente, vero?

Il modo migliore, purché siano solo uno o due file, è utilizzare semplicemente il sito Web del servizio cloud per caricare i file.

Sul sito web di Dropbox, puoi trascinare il file nella cartella oppure puoi fare clic sul pulsante Carica.

Utilizzando Google Drive, puoi anche trascinare i file nella finestra della cartella, oppure puoi fare clic sul pulsante rosso con la freccia bianca, accanto al pulsante Crea.

Infine, anche OneDrive consentirà le funzioni di trascinamento della selezione e, allo stesso modo, è disponibile un comodo pulsante di caricamento su cui fare clic.

Tieni presente che puoi sempre utilizzare i siti Web per eseguire i caricamenti di file solo online, tuttavia, devi tenere aperte le finestre del browser. Chiudere il browser o spegnere il computer potrebbe interrompere l'operazione e in seguito dovresti riprendere da dove si era interrotto. Il metodo preferito è utilizzare il client desktop per il tuo servizio e desincronizzare come abbiamo descritto.

Annuncio pubblicitario

Indipendentemente dal servizio cloud che utilizzi principalmente, dovresti essere in grado di eseguire lo stesso tipo di operazione salvaspazio. Prenditi un momento per controllare le impostazioni del tuo cliente per vedere come vengono sincronizzate le cose.

Usi già il cloud per risparmiare spazio locale? Questo articolo ti ha aiutato? Ci piacerebbe sentire la tua opinione nel nostro forum di discussione!

LEGGI SUCCESSIVO