Stai ordinando il bucato e la tua chiavetta USB cade dalla tasca dei tuoi jeans. Supponendo che funzioni ancora, quali sono i rischi reali per un'unità che è sopravvissuta a una schiacciata nella lavatrice e a un viaggio nell'asciugatrice?

La sessione di domande e risposte di oggi ci arriva per gentile concessione di SuperUser, una suddivisione di Stack Exchange, un raggruppamento di siti Web di domande e risposte guidato dalla comunità.



La domanda

Il lettore SuperUser 95156 vuole sapere quali sono i rischi a lungo termine per la sua unità USB appena lavata. Lui scrive:

Ho accidentalmente lasciato una chiavetta USB nei miei vestiti, che è stata poi lavata con il mio bucato. Questo era un carico colorato, acqua calda.

L'unità è sopravvissuta bene ed era molto pulita. Tutti i dati erano ancora lì e non vedo danni fisici.

Sto rischiando una perdita di dati a lungo termine/danni all'unità a causa di questo problema di lavaggio, o non c'è alcun rischio aggiuntivo ora che vedo che l'unità non ha subito alcun danno iniziale?

Anche se sarebbe facile presumere di essere al sicuro se l'unità è ancora leggibile, le cose non sono così semplici.

La risposta

Paul, collaboratore di SuperUser, spiega i rischi e come ridurli al minimo:

come trasferire i miei contatti

Eliminare l'acqua il prima possibile, prevenire la corrosione del metallo.

La durata della vita è stata probabilmente ridotta. Ci sono parti metalliche che se bagnate possono corrodersi nel tempo, a meno che tu non sia assolutamente sicuro di esserti liberato di tutta l'acqua che è entrata nell'unità USB.

Si dice spesso che metterlo in una ciotola di riso crudo durante la notte aiuti. Vale la pena correre il rischio maggiore poiché il costo di una nuova unità USB potrebbe non valerne la pena. Nei commenti iglvzx spiega che questo dipende da dove vivi.

L'assorbimento dell'acqua è importante, il calore dovere essere evitato!

Jeff Atwood ci condivide due articoli utili:

Ispirazione digitale: come asciugare il cellulare bagnato?

Spegnere prima il telefono bagnato, quindi aprire il coperchio posteriore per rimuovere la batteria e, se presente, la scheda SIM. Usa un asciugamano o un fazzoletto di cotone per asciugare il più possibile le parti esterne (visibili) del telefono.

Successivamente, la parte più importante, abbiamo bisogno di un modo per assorbire l'acqua che potrebbe essere entrata all'interno del corpo del telefono. Un'opzione popolare qui è quella di mettere il telefono in una ciotola di riso crudo e sigillare la ciotola con un foglio di plastica. Il riso, essendo un essiccante naturale, dovrebbe assorbire l'umidità dal telefono nei prossimi 2-3 giorni e, se sei abbastanza fortunato, il telefono dovrebbe ricominciare a squillare.

Esistono tuttavia altre alternative al riso che potrebbero essere molto più efficienti.

Metti il ​​telefono all'interno di una busta di plastica con chiusura a zip con i pacchetti di gel di silice, lascia agire per 2-3 giorni e i pacchetti assorbiranno tutta l'umidità dall'interno del telefono. Il gel di silice è un essiccante migliore del riso e può essere facilmente reperito nei negozi di ferramenta/artigianato locale.

Meccanica popolare - Come salvare il tuo cellulare bagnato: Tech Clinic

Il primo passo: interrompere immediatamente l'alimentazione rimuovendo la batteria. So che è allettante, ma resisti alla tentazione di accendere il telefono per vedere se funziona: solo accenderlo può cortocircuitare i circuiti. Se hai un telefono GSM (il tipo utilizzato da AT&T e T-Mobile), ti consigliamo di rimuovere anche la scheda SIM. Anche se il tuo telefono risulta irreparabile, la SIM dovrebbe conservare molte delle sue informazioni a bordo, come i contatti nella tua rubrica.

Con la batteria messa da parte in sicurezza, ora hai un obiettivo: asciugare il telefono e asciugarlo velocemente. Se lasci che l'umidità evapori naturalmente, aumenta la possibilità che la corrosione danneggi le parti interne del telefono. Invece, soffia o aspira l'acqua. Ma non usare un asciugacapelli: il suo calore può friggere l'interno del telefono. Invece, opta per una bomboletta di aria compressa, un compressore d'aria impostato su un basso psi o un aspirapolvere (un Shop-Vac bagnato/asciutto sarebbe perfetto). L'idea è di usare l'aria per spingere o estrarre l'umidità attraverso gli stessi canali in cui è entrata.

Infine, usa un essiccante per eliminare l'umidità residua. La scelta più conveniente è il riso crudo. Basta lasciare il telefono (e la sua batteria scollegata) immerso in una ciotola di grani durante la notte. Se temi che la polvere di riso entri nel telefono, puoi invece utilizzare le bustine di gel di silice che spesso vengono infilate nelle tasche dei vestiti nuovi. Ma agire in fretta è molto più importante che evitare un po' di polvere, quindi non perdere tempo a fare acquisti se non hai già un cassetto pieno di gel di silice.

La cosa più importante da ricordare è evitare il calore. Ciò significa niente asciugacapelli, forni, microonde o periodi prolungati alla luce diretta del sole. Sebbene il calore evapori sicuramente l'umidità, potrebbe anche deformare i componenti e sciogliere gli adesivi. Quelle fragili colle sono anche il motivo per cui vorrai evitare di inzuppare il telefono nell'alcol (un consiglio spesso prescritto sul Web). L'alcol è un solvente e può dissolvere gli adesivi interni. (Se lasci cadere il telefono nella toilette, va bene pulire l'esterno con alcol per disinfettarlo.)

disinstalla le app predefinite di Windows 10

Un'ultima nota, forse sorprendente: se il tuo telefono si bagna in acqua salata, dovresti probabilmente sciacquare il tutto in acqua dolce prima che si asciughi. Quando l'acqua salata evapora, lascia dei cristalli che possono danneggiare i componenti fragili del telefono. Assicurati di rimuovere la batteria prima di allagare il dispositivo.


Hai qualcosa da aggiungere alla spiegazione? Suona nei commenti. Vuoi leggere più risposte da altri utenti di Stack Exchange esperti di tecnologia? Dai un'occhiata al thread di discussione completo qui .

LEGGI SUCCESSIVO