Hai mai avuto bisogno di risolvere o diagnosticare un computer problematico e hai dimenticato dove si trova il CD di utilità? Ti mostreremo come utilizzare l'avvio di rete (PXE) con FOG per rendere quel problema un ricordo del passato.



Immagine di h.koppdelaney

Panoramica di PXE

PXE (Pre eXecution Environment), affettuosamente pronunciato Pixie (come in polvere di fata), è un metodo per avviare un computer finale (client) utilizzando solo la sua scheda di rete. Questo metodo di avvio è stato creato nel lontano 1999 e finché il computer in questione è connesso alla rete (e supporta questo standard), è possibile aggirare la normale procedura di avvio (IE Power on -> BIOS -> HD/ CD) e fare alcune cose ingegnose a partire dalla risoluzione dei problemi, all'utilizzo di un liveOS e persino al re-imaging della macchina... ma stiamo andando avanti di noi stessi, andiamo torna all'inizio .

Quando si utilizza PXE, il processo di avvio viene modificato dall'ordine normale in:

Accensione -> BIOS -> stack PXE della scheda di rete -> Network Boot Program (NBP) scaricato utilizzando TFTP dal server alla RAM del client -> responsabilità dell'NBP di eseguire il passaggio successivo (noto anche come avvio della seconda fase).

Usando il PXElinux NBP, è possibile configurare il server per più di un solo programma di avvio PXE per i nostri client. In un certo senso, è l'ingrediente segreto che ci consente di eseguire tutto quanto sopra e poi alcuni. Per una spiegazione più approfondita dell'intero processo, della sua storia e di alcune delle opzioni di infrastruttura abilitate da esso e da gPXE (che è un cugino più evoluto), vedere questa lezione su YouTube dai loro sviluppatori. Inoltre, di seguito è riportato un video di una configurazione del 2008 che illustra rapidamente alcune delle possibilità di avvio.

Annuncio pubblicitario


Nota: in questo video, il progetto UDA deprecato viene utilizzato come base per il server e le annotazioni avevano lo scopo di spiegare a un amico le recenti aggiunte (all'epoca) ad esso.

Obbiettivo

Questa guida sarà la prima di una serie di guide su PXEing. In questa guida getteremo le basi su cui costruiremo nei prossimi articoli.

Raccomandazioni, Assunzioni e Prerequisiti

  • La macchina client con cui stai testando, supporta l'avvio PXE e sai come abilitarlo.
  • Questa guida è stata scritta e testata utilizzando Debian Squeeze, Ubuntu server 9.10 e Linux Mint10. Pertanto si presume che anche tu abbia un sistema basato su Debian con cui lavorare.
  • Potresti dare un'occhiata a Come configurare il software RAID per un semplice file server e Come impostare l'aggregazione dei collegamenti di rete (802.3ad) , perché le richieste di larghezza di banda del disco e della rete su questo tipo di server possono diventare molto alte molto velocemente. Si consiglia vivamente di basarsi sulle fondamenta di un server con elevata resilienza per la propria rete e sottosistemi di dischi.
  • Mi vedrai usare VIM come programma di editor, questo è solo perché ci sono abituato... puoi usare qualsiasi altro editor che desideri.

Installazione – Il lavoro pesante sfruttando FOG

NEBBIA è una soluzione di clonazione di computer gratuita e open source creata da * Chuck Syperski e Jian Zhang . NEBBIA prende software regolarmente disponibile (come Apache, MySQL e tftpd-hpa per citarne alcuni) e li impacchetta in una soluzione PC Lifecycle Management (PCLM) gratuita e personalizzata. Utilizzando questo PCLM gratuito è possibile eseguire il backup dello stato di un computer mediante l'imaging, distribuire programmi e impostazioni (IE Firefox, Office, Stampanti e così via) e criteri di configurazione (disconnessione automatica di IE e impostazioni dello screen saver) per citarne alcuni, attraverso uno interfaccia web centrale.
Nota : Un'intervista con Chuck e Jian su FOG è disponibile su Tecnologia Tightwad .

L'utilizzo di FOG come base per il tuo server PXE è un'ottima scorciatoia per disporre di tutte le parti necessarie come TFTP e, se necessario, DHCP in atto senza doverle installare e configurare manualmente, garantendo al contempo tutte le funzionalità di FOG come bonus .

vtx è disabilitato nel BIOS

Poiché il nostro obiettivo è aggiungere funzionalità a questo già ottimo sistema, non tratteremo in dettaglio come utilizzare FOG stesso, né la sua procedura di installazione. Wiki di FOG , con i loro scritti e video tutorial è sufficientemente robusto per ottenere informazioni approfondite, se vuoi esplorarlo. I passaggi riassunti sono:

  • sudo mkdir -p /opt/fog-setup
    cd /opt/fog-setup

  • Scarica il ultimo pacchetto FOG da sourceforge alla directory creata nel passaggio precedente.
  • Estrarre il pacchetto e avviare l'installazione.

    sudo tar -xvzf fog*
    cd fog*
    cd bin
    sudo ./installfog.sh

  • Ti verrà richiesto più volte dal programma di installazione:
    1. Per quale versione di Linux vorresti eseguire l'installazione? — 2 (di nuovo, supponendo che venga utilizzato un sistema basato su Debian)
    2. Che tipo di installazione vorresti fare? [N] — Invio
    3. Qual è l'indirizzo IP che deve essere utilizzato da questo server FOG? [ IP-server-rilevato-su-eth0 ] - Accedere.
    4. Vuoi impostare un indirizzo del router per il server DHCP? [S/n] – Invio.
    5. Vuoi impostare un indirizzo DNS per il server DHCP e l'immagine di avvio del client? [S/n] – Invio.
    6. Vuoi cambiare l'interfaccia di rete predefinita da eth0? Se non sei sicuro, seleziona No. [s/N] – Invio.
    7. Vuoi utilizzare il server FOG per il servizio DHCP? [S/n] — *Invio
    8. Questa versione di FOG ha il supporto per l'internazionalizzazione, vuoi installare i language pack aggiuntivi? [S/n] – n.
    9. Sei sicuro di voler continuare (S/N) – S.
    10. Riconoscere e seguire le istruzioni sullo schermo per MySQL .
    11. Lascia il Password MySQL vuota per l'account root.
    12. Desideri informare il gruppo FOG di questa installazione? — Sì (consigliato)

    Immagine dal wiki FOG.
  • Vai all'indirizzo Fog con il tuo browser e segui le istruzioni sullo schermo.

* Nota : Ammesso che tu lo faccia NON avere un altro DHCP o che non è configurato per gestire PXE. Se vuoi configurare il tuo DHCP esistente, vedi Configura DHCP per PXE .

Annuncio pubblicitario

Per quanto riguarda l'installazione di FOG, dovrebbe essere così. Ancora una volta, sebbene FOG sia un ottimo sistema, utilizzarlo non è l'obiettivo di questa guida e ti invitiamo a visitare la sua wiki in modo da poter comprendere meglio le capacità di FOG e come può aiutarti a gestire i tuoi clienti ciclo vitale.

Se tutto va bene, dovresti essere in grado di avviare PXE la tua macchina client (di solito F12) e essere accolto dal menu predefinito di FOG.

Immagine catturata da Hotfortech.

Come un veloce il gusto delle cose a venire puoi selezionare l'opzione Esegui Memtest86+ e essere accolto dal programma Memtest che abbiamo trattato nel nostro Diagnosticare i problemi hardware del PC con un CD Live di Ubuntu guida.

Strutture di file e directory

Come affermato in precedenza, il nostro obiettivo è estendere le capacità di FOG e, a tal fine, dovremo aggiungere alcuni file e directory.

come rilevare le telecamere nascoste

Crea la struttura della sottodirectory:

sudo mkdir -p /tftpboot/howtogeek/menus
sudo mkdir -p /tftpboot/howtogeek/linux
sudo mkdir -p /tftpboot/howtogeek/pics
sudo mkdir -p /tftpboot/howtogeek/utils

Queste sottodirectory serviranno come modelli per tutte le immagini, i programmi e le configurazioni che utilizzeremo per estendere FOG.

Regolazione del file di configurazione predefinito

Creeremo un nuovo menu principale e inseriremo tutte le funzioni FOG nel proprio sottomenu.

Copia il file di configurazione /tftpboot/pxelinux.cfg/default in howtogeek/menus/fog.cfg

sudo cp /tftpboot/pxelinux.cfg/default /tftpboot/howtogeek/menus/fog.cfg

Ora modifica il contenuto del file predefinito originale:

le app per iPhone continuano a bloccarsi nel 2020

sudo vim /tftpboot/pxelinux.cfg/default

Rendi il suo contenuto simile a questo:

DEFAULT vesamenu.c32
MENU TITLE FOG 0.32 + HowToGeek's enhancements
MENU INCLUDE /pxelinux.cfg/master.cfg
menu color title 1;36;44 #ff8c00 #00000000 std
LABEL FOG
MENU LABEL Manual FOG
MENU DEFAULT
KERNEL vesamenu.c32
APPEND howtogeek/menus/fog.cfg

LABEL Utils MENU
LABEL Utilities
KERNEL vesamenu.c32
APPEND howtogeek/menus/utils.cfg

LABEL Linux
MENU LABEL Linux stuff
KERNEL vesamenu.c32
APPEND howtogeek/menus/linux.cfg
LABEL fog.local
localboot 0
MENU LABEL Boot from hard disk
TEXT HELP Boot from the local hard drive. If you are unsure, select this option.
ENDTEXT
PROMPT 0 TIMEOUT 300
ONTIMEOUT fog.local

Annuncio pubblicitario

Al termine, questa configurazione ti darà 3 sottomenu: Utilità, FOGing manuale, roba Linux.

Crea il file principale

Il file master ci consente di apportare modifiche globali all'aspetto dei menu senza doverli reinserire individualmente più e più volte. Cose come l'immagine di sfondo predefinita, lo stile del bordo, la posizione ecc., saranno tutte consolidate in questo master.cfg file.

Crea il file:

sudo vim /tftpboot/pxelinux.cfg/master.cfg

nascondi automaticamente la barra delle applicazioni di Windows 10

Fai in modo che il suo contenuto assomigli a:

SFONDO DEL MENU fog/genie.png
menu schermo a colori 37;40 #80ffffff #00000000 std
bordo colore menu 30;44 #9370db #00000000 std
titolo colore menu 1;36;44 #ff8c00 #00000000 std
menu color unsel 37;44 #ffffffff #00000000 std
tasto di scelta rapida colore menu 1;37;44 #ffffffff #00000000 std
menu color sel 7;37;40 #4eee94 #9370db all
menu colore hotsel 1;7;37;40 #e0400000 #20ff8000 all
colore menu disabilitato 1;30;44 #60cccccc #00000000 std
barra di scorrimento colore menu 30;44 #40000000 #00000000 std
menu color tabmsg 31;40 #90ffff00 #00000000 std
menu colore cmdmark 1;36;40 #c000ffff #00000000 std
menu color cmdline 37;40 #c0ffffff #00000000 std
menu colore pwdborder 30;47 #80ffffff #20ffffff std
menu colore pwdheader 31;47 #80ff8080 #20ffffff std
menu colore pwdentry 30;47 #80ffffff #20ffffff std
menu color timeout_msg 37;40 #80ffffff #00000000 std
timeout colore menu 1;37;40 #c0ffffff #00000000 std
menu colore aiuto 37;40 #c0ffffff #00000000 std
colore menu msg07 37;40 #90ffffff #00000000 std

MARGINE MENU 0
MENU PASSWORD MARGINE 3
RIGHE MENU 15
MENU SCHEDA GROW 21
MENU CMDLINEROW 20
PASSWORD MEN 11
MENU TIMEOUTROW 20
MENU HSHIFT 0
MENU VSHIFT 0

La configurazione sopra creerà i bordi viola e l'evidenziazione, se desideri avere un aspetto diverso, cambia semplicemente i valori.
Per impostare un'immagine di sfondo, inserisci un'immagine nel /tftproot directory e puntare il |_+_| al percorso relativo dell'immagine (si consiglia di utilizzare immagini con risoluzione di 640*480). Ad esempio, il percorso completo per l'immagine configurata sopra sarebbe: /tftproot/fog/bg.png .

IMPARENTATO: Come impostare l'ordine di ricerca DNS in Ubuntu 18.04 utilizzando NetPlan

Collega il sottomenu FOG al menu principale

Poiché abbiamo fatto una semplice copia del file di configurazione originale nella sottodirectory dei menu (mantenendo il suo schema di colori, timeout e simili), se vai in questo sottomenu ora dal client avviato da PXE, funzionerebbe, ma lo farai non essere in grado di tornare al menu principale senza riavviare la macchina.

Quindi modifica il /tftpboot/howtogeek/menus/fog.cfg file:

MENU BACKGROUND

Aggiungi questa voce dopo la voce del titolo del colore del menu e prima delle funzioni NEBBIA:

sudo vim /tftpboot/howtogeek/menus/fog.cfg

Crea gli scheletri del sottomenu

Abbiamo creato 4 sottomenu, tre dei quali spetta a noi riempirli. Per fare ciò, creiamo il modello su cui costruiremo.

Crea il file modello:

LABEL back
MENU LABEL ..
KERNEL vesamenu.c32
APPEND pxelinux.cfg/default

Rendi questo il suo contenuto:

sudo vim /tftpboot/howtogeek/menus/template.cfg

MENU INCLUDE /pxelinux.cfg/master.cfg
#MENU BACKGROUND howtogeek/pics/fog-sub.jpg
LABEL back MENU LABEL ..
KERNEL vesamenu.c32
APPEND pxelinux.cfg/default

Annuncio pubblicitario

Mettiamo le basi per ulteriori sottomenu, che saranno trattati nelle guide future:

cd /tftpboot/howtogeek/menus/
sudo cp template.cfg ./utils.cfg
sudo cp template.cfg ./linux.cfg

Questo è tutto, il layout di base è ora pronto e d'ora in poi, dobbiamo solo costruire su di esso, cosa che faremo nelle guide future. Fino all'arrivo di queste guide future, sei incoraggiato a familiarizzare con FOG in quanto è un'emozionante corsa su se stessa.

Aggiornamento: il futuro è qui :)

installazione pulita di windows 10 gratuita

Come avviare in rete (PXE) Ubuntu LiveCD
Come avviare in rete il Rescue CD di BitDefender (PXE)
Come configurare i dischi dell'utilità di avvio di rete utilizzando PXE


Vai NEBBIA tu stesso

LEGGI SUCCESSIVO